You are here
Home > Spankies > Riflessioni > Io sono alla quarta settimana di clausura

Io sono alla quarta settimana di clausura

quarta settimana di clausura

Io sono alla quarta settimana di clausura.

Stamattina il sindaco Beppe Sala nel suo messaggio quotidiano su Facebook ha invitato nuovamente le persone a stare a casa, facendo anche esplicito riferimento ai runner, invocando ad una presa di coscienza della situazione.

Io sono alla quarta settimana di clausura dicevo. L’azienda per la quale lavoro ha invitato subito i proprio dipendenti a lavorare da casa, avendo già in essere da molto tempo una policy di smart working. Durante questo periodo non nego di essere uscito a correre, in pausa pranzo, dopo il lavoro per prendere una boccata d’aria. Questo almeno per le prime due settimane, quando stupidamente si pensava che la situazione non potesse degenerare.

Da settimana scorsa però, quindi la mia terza settimana, ho deciso di rinunciare. Perché voglio tutelare la mia salute e quella delle persone che mi circondano, ma soprattutto lo faccio per una questione di RISPETTO. Per chi deve andare a lavorare per forza e non può stare a casa, per tutti quelli che sono impegnati in questa battaglia contro il virus.

E’ inutile che ci appelliamo al Decreto che non vieta di fare attività motoria all’aperto purché si rispettino le distanze di sicurezza. Balle. Se i calciatori, i runner professionisti, tutti gli sportivi in generale si sono fermati, perché NOI non dobbiamo farlo?

E’ una questione di rispetto, di senso civico e di responsabilità collettiva. Possiamo fare tranquillamente a meno di uscire se non per andare a fare la spesa. Punto. Il resto sono balle. Due settimane senza correre non sono la fine del mondo. Alternative valide per fare attività motoria ne è pieno il web.

Restate a casa che è meglio per tutti. Anche per voi.

(Credits immagine principale CDC on Unsplash)

Sending
User Review
0 (0 votes)
The following two tabs change content below.

Riccardo Quaglia

Runner per caso. Spanky Runner convinto.
Top