You are here
Home > La corsa > La sindrome del saluto

La sindrome del saluto

saluto

L’idea di scrivere questo post mi è venuta questa mattina durante i primi 5 km della Stramilano. Dopo che Davide (aka PDD) continuava a salutare senza senso gli spettatori che guardavano la gara. Lo fai una volta va bene, lo fai la seconda e va bene, ma quando alla terza volta lo spettatore ti guarda perplesso forse una domanda me la farei.

E’ una sindrome strana quella di PDD. E’ il protagonista assoluto del gruppo. Foto, video, post e i saluti al pubblico. “Mi raccomando – mi diceva – adesso ci sono gli spettatori, sorridi e saluta”. Ad ogni angolo di Milano dal centro della strada si portava sul lato destro o su quello sinistro pronto per innalzare le braccia al cielo o per applaudire. Io nel frattempo cercavo di stare al suo passo, maledicendomi per aver iniziato questa Stramilano ad un passo che non ho nelle gambe e pensando che km prima o km dopo l’avrei pagata. E così è stato.

Ma PDD oggi  era in giornata: correva 20 metri in avanti, poi mi aspettava e mi incitava, prendeva nuovamente qualche metro e poi rallentava, si avvicina e mi chiedeva: “dammi il telefono che ti faccio una foto, anzi un video!”. Lascia stare….

E’ stata senza dubbio la sua Stramilano. Forse la primavera, forse i genitori che lo aspettavano al traguardo o forse perchè lui in fondo è così. Era anche in vena di raccontare barzellette…

E’ stato con me per 17 km, poi ha capito che non gli sarei stato molto di compagnia e finalmente (si finalmente) ha ripreso il suo passo, ha girato lo sguardo per un attimo per controllare dove fossi e poi via verso il traguardo.

Non so se abbiano continuato a salutare il pubblico. Quello che so è che si è fermato a fare foto con il Capitano e Filippo al km 17, prima di lasciarmi al mio destino.

Già, perchè le gambe oggi facevano parecchia fatica. Ma era importante finirla, proprio oggi che avevo Francesca ed i piccoli ad aspettarmi al traguardo. Motivo in più per portare a termine la seconda mezza della stagione.

Ah, per la cronaca PDD ha chiuso in 1h.46’30”: mi ha dato 6 minuti negli ultimi 4 km.

No comment.

Ci vediamo a Praga!

 

 

 

Ti è piaciuto il post?
Sending
User Review
5 (1 vote)
The following two tabs change content below.

Riccardo Quaglia

Runner per caso. Spanky Runner convinto.
Top